Due righe scarse per dire, in rima: Spes maschile grande, e sempre più prima!

12-03-2019 06:43 -

Editoriale – supplemento al n. 8 di Gasàmose: Speciale promozione – a cura di Quinto Sgroppino
Oh, èccallì, tutti a sfragnàrse i zebbedei, puro chi non cellà, a parte che cè chi cellavrebbe ma l’è come se nun cellavesse, tipo er fratello mio, e chi nun cellà in teoria, ma in quarche parte ce deve stà quarcosa der genere… speciale promozione, too dico papàle papàle, se rifferisce a la promozzione d’a pallavvolo, e certamente uno spotte per la pallavvolo gli è er derbi vs a pallavvolo Bbelluno, a Castion er primo sabbato de Quaresima.
Per subbito, arivo e me so trovato Bino er Grande, n'icona der volley a Bbelluno, su l’uscio d’a palestra, c’a capoccia fumigante pe lle tattiche de gara e pecchè er cacciaròlo de turno i aveva detto de sta bbono e tranqui, e Olli la vicepressidente d’a Spes, fumigante na sigheretta, n’artra, pe scarigà la tenzione d’a partita che ncombe.
Superato er filtro d’ingresso, me piazzo di tra le du tifoserie, sì da sentì le cazzate de l’una e de l’artra, che poi nun o sentito un tubbazzo, pecchè so ssordo a tutte le provocazzioni. Me ne sto appresso no storico tifoso e omo rifresco Spes, Cencio, n’esempio, e nun voijo di artro, e, dopo poco me se fa accanto Oscare er Diriggente, c’a su Siggnora, reduci dar cartellino roscio che Chicco s’a incartocciato a Bessica, mica gnente, bon sangue nun mente. Tra noi puro il Ghep, acchittat’e scicche, come sempre, che nun ze fa mancà gnente da quann’a chiuso cor ciclismo e l’agricultura.
Ar fischio d’avvio me concentro sur direttò de gara, dato che n campo e su li spalti er nervosismo se taija cor cortello: me piace l’omo, si vede che ne capisce, difatti puro Bino se n’aveva incorto, rapido nei segnali e a fischià, come na spirocheta, che nun arrivo a capì che segna, ma nun ce so mai proteste, vor di che va bene, o che in campo so tutti in acido… apparte Bino, che insiste a fumigà, pe fasse notà da Cochi e Renato.
In campo ce sta a sorpresa, er pischello de Fabbio, n’amico mio, che se giogava nzieme cor Real Mandril a Padova, anzi, giogava lui, pecchè io lo stavo zempre a guardà, nun usciva mai e io me tiravo su cor Sovignon a scardà la panca, cor culo a strissce: gioga bene er regazzino, arto ddu metri, dirigge da par suo li martelli e la Spes prenne er volo… derèto, intenno na voce femminile che strilla: dentro Clai, a Bbinoooo, fa giogà Clai….!
Claiiiiii!? Chi, Franz? Ma se sta vecchio e rincoijonito a ricoije l’inzalata e a tenè d'occhio cantieri a Giaòn, che stai a ddì? Ma er Ghep, che sta sempre sur pezzo, me dice che er sunnominato, oltre che maggnà bbolliti, calca ancora i campi der grin de Limana, per portasse ner frigo la magnum de Prosecco der player più boccio… mica broccolo er vecchio! Comunque, dice er flessuoso Ghep, er Clai che nvoca a siggnorina sta n panca a ffa er purè (pure lui cor culo a strissce!) co la pallavvolo Belluno, l’è er mio fijoccio, e se battezza Jure…
Finito er primo set, in saccoccia nostra per 19-25, dopo ch’è sonata a sveija e Bino continua a fumigà, e me passa davanti na bella tipa tosta, che dopo poco rentra co’ r cane a sguinzaijo, che forse ce scappava… ar cane.
Attacca er seconno sette, e ncora a Spes prenne er largo, Cencio sta contento e fa er tifoso modello e ci a na parola bbona pe ttutti, io ci o fame, er Ghep pontifica e Oscare tace, e sta a rimugginà sur cartone rosso che s’a beccato su la nasca er Chicco suo; adavède, li martelli martelleno, li centrali mùreno, Piero spacca, su padre smadonna, Zorisse sta n campana e credo che nun po crede a li occhi sui… 16-25, e, pur se er sempre più fumigante Bino a dato retta a la ciumachella sopra e a nserito Clai (er Jure, er Franz stava a guardà cantieri), Spes domina e va a incassà er seconno.
Ner mentre d’a pausa, ce ripassa a bella tipa co l’abbacchio appresso, che ce faccio n penzierino, a l’abbacchio s’intenne (io de seconno nome so Fedele, come mi nonno, Sgroppino Quinto Fedele), che ho magnato aria e fumo pur oggi a pranzo… e ritonna, ma stavolta li cani so ddue, uno minimo, se vede a capoccetta, ma indove stava prima, in borza?
Ma pecché nun me faccio na Spessarena de caaaaazzi mia, me dimannerete? Ecchè ce so io, a morè, so ficcanaso, se no facevo er Gabibbo, no er giornalista…
Terzo sette e la Spes va, spiega le vele e sale cor ponentino n poppa fino a 13-22: gioga bene e i artri c’anno li occhi spenti e so fermi fermi che ie possono crèsce li funghi addosso … ahò, così gli e troppo facile, se complicassimo a vita, no eh? A fa la ruota e rimirasse come li pavoni… mortacci nostra, Zorisse nnamo mpò, nun t’arterà, ma sti regazzi che stanno a ffa, vanno a mette l’acqua ammollo? Taimàutte buttato ar cesso ar 16-22, ripijàmose, nun vorei mai che la tipa me rientra per quarto sette co n’artro cane, e so tre… 18-22… ma che vuoi che nun sbaijano 2 o 3 bbattute?... ah ecco appunto 19-23, Khepri c’assiste 20-24… Palla alta e quarcuno a chiude… 21-24, o detto quarcuno a chiudeeee… 23-24, no nun la chiude nissciuno, pare facile, Cencio, che stamo a ffa, dije quarcosa, Oscareeee… taimàut, Zorisse facce na maggìa, n’esorcismo, chiama er prete … 24-24, ar cesso pure questo, er Ghep impassibbile sta sempre a pijà appunti, che pare l’avvocato Cipolletta… daije, devo annà a la Spessarena a vede le regazze de Max… 25-24, ma nun se po, aridaijje, che volemo annà davero ar quarto?! palla alta e chi c’a coijoni la mette… l’a messa, l’a messa, l’a messaaaa n’cuuuuulo, tiè, Oscareeee… 25-25, e mo? Erore, pure loro se so arricordàti che sanno sbaijà!... 25-26, urtimo scambio a la moviola, e chi la chiude, ch’anno ricevuto da ddio? Mo ce penza er libbero: nooooo, sur primo tempo perfetto der reggista d’a Loggistics (gran palleggiatore), er centrale picchia come se nun ce fosse un domani, nun se nasconde er nostro eroe, ce sta e nun ce fa, difesa in baggher, a ppalla vvola, vvola spinta da Khepri al dillà d'a rete, al dillà de le mani protese de li gladiatori, al dillà de li sguardi imploranti “esce, esce, esce… esci, esci, esci… nun esce, nun esce… càzzica, nun è uscita!
Gioco, partita, incontro, terzo cane ar prossimo anno, bravo abbitro, davero, tante grazie a tutti e mo me sciacquo dar pazzo, fuga per la vittoria, nnamo a la Spessarena, prima de subito!
By Ghep Production